venerdì 28 settembre 2012

Batterie per sistema antifurto wireless

Buongiorno… Avrei bisogno di un informazione: sarei propenso ad acquistare un sistema antifurto Logisty senza fili ( non ho alcuna possibilta’ di collegamento filare) con combinatore , sirena esterna e tastiera , mi serviranno 20 Sensori perimetrali e 2 volumetrici…la cosa che mi ” spaventa ” un po’ e’ l’idea di dover cambiare una trentina di batterie ogni due anni ( premetto che sono tutte al litio e le garantiscono a 4 anni di durata ma, sara’ vero? ) esiste un sistema per sostituire le batterie originali , una volta scariche, con delle batterie di ottima qualita’ ricaricabili? Grazie mille, Manuel

Buongiorno Manuel

Non posso darle delle garanzie nello specifico, ma in genere per quella che è la mia esperienza – soprattutto degli utenti che hanno impianti di questo tipo, le batterie durano in effetti i quattro anni (o poco meno) indicati.

Dipende anche molto da quanto attiva il sensore, perché consuma anche ad impianto spento: se per esempio lo utilizza in un esercizio commerciale o in un ufficio dove tutto il giorno la gente ci passa davanti, non c’è energy saving che tenga, le batterie dureranno meno (molto meno). Se è per un impianto di casa dove non c’è un passaggio costante (ammesso che la sua abitazione sia mediamente vuota durante l’orario lavorativo) allora è ragionevole stimare la durata di cui sopra.

Per quanto riguarda le batterie originali, in teoria qualunque batteria equivalente va bene: il costruttore individua nelle sue quelle con le caratteristiche più adatte al sistema (durata, curva di scarica, condizioni di utilizzo, etc.) e le commercializza garantendo la durata in quanto ne ha valutato le specifiche tecniche. Le batterie non sono tutte uguali e soprattutto quelle ricaricabili hanno prestazioni diverse: se vuole avventurarsi in un piccolo esperimento, sostituisca una batteria originale di un sensore con quella che pensa di utilizzare e veda la differenza in termini di consumo – presti però molta attenzione che la batteria sia adeguata e che l’erogazione di corrente sia compatibile con il funzionamento del sensore.